Stoccaggio

Cos'è lo stoccaggio?

Lo stoccaggio è un aspetto della gestione merci. Nei settori della produzione e della logistica, comprende l'immagazzinamento e il deposito di beni, materie prime e prodotti intermedi o finiti, nonché la pianificazione e la gestione delle scorte in un magazzino.
La parola stoccaggio deriva dall'inglese "stock" e in italiano vengono spesso usati i sinonimi immagazzinaggio o immagazzinamento

Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents
    Tempo di lettura: 5:00 min

    Quali sono le funzioni dello stoccaggio?

    Quando si immagazzinano prodotti o materiali, il flusso operativo dei materiali viene deliberatamente interrotto per costituire le scorte. Nell’ambito dello stoccaggio, sono necessari un magazzino e un sistema di gestione del magazzino (per lo più supportato da tecnologie informatiche/software), in cui la struttura del magazzino, l’allocazione e le scorte sono mappate e gli ingressi e le uscite sono documentati senza lacune per ogni articolo/posizione di stoccaggio.

    Lo stoccaggio svolge le seguenti funzioni di magazzino:

    • Funzione di sicurezza: lo stoccaggio serve a garantire la produzione e la capacità di consegna in caso di cambiamento dei requisiti interni e di richiami. Immagazzinando materiali e prodotti, l’azienda può rendersi più indipendente dal mercato di approvvigionamento o di vendita e garantire la disponibilità della propria gamma di prodotti.
    • Funzione di bilanciamento: possono verificarsi fluttuazioni sia nell’approvvigionamento dei materiali necessari che nella vendita dei prodotti finiti, ad esempio a causa di un aumento della domanda o di una riduzione dell’offerta. Con un magazzino proprio e scorte sufficienti, le aziende possono compensare tali fluttuazioni.
    • Funzione di raffinazione: i beni per i quali lo stoccaggio svolge un ruolo significativo nella qualità del prodotto finale traggono vantaggio dalla funzione di raffinazione o di produzione del magazzino. Un esempio è rappresentato dalle banane, che vengono raccolte ed esportate allo stato acerbo. Le confezioni di banane maturano prima in magazzino e poi raggiungono il commercio al dettaglio al grado di maturazione desiderato.
    • Funzione di trasformazione: il magazzino si occupa di rendere pronte per la vendita le merci provenienti dal fornitore o dalla produzione, ad esempio imballandole ed etichettandole.
    • Funzione speculativa: il magazzino consente di bilanciare le forti fluttuazioni dei prezzi sul mercato degli acquisti e di coprire l’azienda dalle fluttuazioni dei prezzi. Può anche essere possibile ottenere un prezzo più basso ordinando al fornitore una quantità maggiore.
    Stocaggio merci

    Stoccaggio: quali tipi di magazzini esistono?

    I magazzini possono essere classificati secondo diversi criteri. Le caratteristiche distintive più importanti sono:

    Merci immagazzinate

    La consistenza, il materiale, il peso e il volume delle merci immagazzinate pongono requisiti specifici al magazzino, così come la quantità e il numero, il valore e la durata di conservazione delle merci da immagazzinare.

    Tipo di azienda

    Le aziende industriali hanno requisiti diversi per lo stoccaggio rispetto a una società di spedizioni che gestisce un magazzino di consegna o di distribuzione. Un grossista o un veditore al dettaglio hanno requisiti diversi rispetto all’operatore di un magazzino doganale.

    Proprietario del magazzino

    Se il magazzino è gestito dall’azienda stessa, si tratta di un magazzino proprio. Se lo spazio o i servizi di stoccaggio sono affittati a breve o lungo termine, si tratta di un magazzino di conto terzi.

    Posizione del magazzino

    Un magazzino centrale è di solito adeguatamente dimensionato e attrezzato per svolgere diverse funzioni di stoccaggio. I magazzini decentrati sono, ad esempio, magazzini esterni presso i locali di un fornitore di servizi, di un fornitore o di un cliente esterno.

    Progettazione del magazzino

    La struttura del magazzino (ad esempio, magazzino libero aperto o magazzino chiuso a scaffali alti) costituisce la base per determinate condizioni di stoccaggio e consente di ottimizzare il magazzino in diverse aree.

    Tecnologia di magazzino

    La tecnologia di stoccaggio comprende tutte le attrezzature di stoccaggio come scaffalature, armadi, pallet e contenitori necessari per il funzionamento del magazzino e la movimentazione logistica.

    Attrezzature per il trasporto di magazzino

    Mezzi di trasporto come la tecnologia dei nastri trasportatori, i carrelli industriali o gli autocarri consentono di movimentare le merci in magazzino in modo rapido ed economico.

    Quali metodi di stoccaggio vengono utilizzati nell’immagazzinamento?

    Esistono varie strategie di stoccaggio tra cui scegliere, diverse delle quali possono essere utilizzate anche in parallelo per merci o prodotti diversi. I metodi di stoccaggio più comuni sono:

    • First In – First Out (FiFo): in questo caso, gli articoli che vengono messi in magazzino per primi vengono anche prelevati per primi. La FiFo viene utilizzata, tra l’altro, per le merci deperibili e gli articoli stagionali.
    • Last In – First Out (LiFo): gli ultimi articoli ad essere immagazzinati sono i primi ad essere rimossi dal magazzino.
    • First expired – First out (FeFo): in questo caso, per determinare la sequenza di prelievo si utilizza la data di scadenza e non la data di deposito.
    • Magazzino caotico: nel magazzino caotico (detto anche magazzino dinamico), gli articoli sono distribuiti in modo “caotico” nell’intero magazzino per ottimizzare i tempi di viaggio e di prelievo (e, ad esempio, nel caso di articoli in più punti di stoccaggio, per ottenere un utilizzo il più possibile uniforme di tutti i corridoi del magazzino e dei dipendenti).

    Quali costi comporta lo stoccaggio?

    Il funzionamento di un magazzino comporta costi che di solito non aggiungono valore – un’eccezione è rappresentata dalla funzione di finitura – e che pertanto devono essere pianificati con precisione e monitorati regolarmente utilizzando le cifre chiave del magazzino e il monitoraggio dei costi.

    I costi di stoccaggio comprendono:

    • Affitto, locazione e altri costi dell’edificio stesso.
    • Costi operativi per elettricità, riscaldamento, raffreddamento, acqua
    • Costi del personale
    • Costi di pulizia
    • Canoni di leasing per carrelli industriali e attrezzature di magazzino
    • Costi per il software di magazzino (gestione del magazzino, computer per il flusso dei materiali, …)
    • Assicurazione

    I costi di stoccaggio sono solitamente costi fissi che vengono sostenuti indipendentemente dalla quantità prodotta (ad esempio, affitto, costi del personale, assicurazione, ecc.)

    Indice dei contenuti
      Add a header to begin generating the table of contents
      About weclapp
      weclapp Teamwork Video Cover

      L'autore di questo articolo è , CEO, fondatore e partner di weclapp, soluzione ERP in cloud.